Iscrizione alla Newsletter
Bene o Male Una   riflessione   che   feci   molti   anni   fa,   che   mi   accompagna   sempre   e   che   non   ho ancora   risolto,   è   la   questione   della   luce   e   delle   “tenebre”.   Il   vangelo   dice   che:   ‹Le tenebre   non   prevarranno›,   ma   in   effetti   siamo   immersi   nel   buio   e   i   miliardi   di   astri accesi   nell’universo   non   riescono   a   dissipare   l’oscurità   fondamentale,   immensa, appena   scalfibile.   Penso   alla   vicenda   di   Enrico   Mattei,   fondatore   dell’ENI   e   tra   i maggiori   artefici   del   miracolo   Italiano.   Un   personaggio   fatto   di   luci   e   ombre, appunto,   che   non   ha   esitato   ad   usare   mezzi   opachi   per   raggiungere   il   suo   scopo. Ma   lo   scopo   era   nobile:   traghettare   l’Italia   povera   e   contadina   verso   un   Paese emancipato   industrialmente,   economicamente   e   culturalmente.   E   ci   è   riuscito.   La sua   genialità   intuitiva,   lo   slancio,   la   capacità   organizzativa   e   manageriale,   la perseveranza,   la   fede   in   ciò   che   si   proponeva,   l’amore   per   l’Italia   e   gli   Italiani,   ma anche    la    duttilità,    l’umiltà    di    usare    mezzi    moralmente    discutibili    (confessava apertamente   di   usare   i   partiti   come   dei   taxi),   gli   hanno   permesso   di   realizzare   il “miracolo   italiano”,   per   poi   morire   in   un   incidente   aereo.   Le   indagini   successive alla   sua   morte   non   hanno   mai   provato   in   modo   chiaro   che   si   sia   trattato   di   un attentato,    ma    gli    indizi    e     i    sospetti    in    tal    senso    sono    forti    e    la    convinzione generale è che Mattei sia stato ucciso.                                                        Giovanna Basso
IO LA PENSO COSI'  I nostri lettori ci scrivono                     

Benvenuto

Diversamente Intelligenti

Sostieni il CEPROS

Vieni a Trovarci

WEBMASTER: Ganymedes
Attualmente Online

                              RISO AMARO

    di Gianfranco Monaca                              
redazione.identita@libero.it redazione.identita@libero.it
Inviate i vostri interventi direttamente a:
Archivio IO LA PENSO COSI’ Archivio IO LA PENSO COSI’
per visionare tutte le vignette spostarsi cliccando sui pulsanti >  >> e <  << per ingrandire la vignetta prescelta  cliccare sulla vignetta stessa                      22/01/2019                                             
Vai alla pagina commenti

Rivista online del Cepros Asti - Onlus.

Redazione: Palazzo Ottolenghi, C.Vittorio Alfieri, 350, 14100 , Asti.

Reg. Tribunale di Asti n. 1373/14 del 20 Ottobre 2014 Direttore Responsabile Maurizio Scordino

 

Continua in PDF Continua in PDF