Gli itinerari dei popoli .  Le Comunità Ebraiche  del Basso Piemonte Premessa Le   Comunità   Ebraiche   piemontesi   costituiscono   un   importante   oggetto   di   studio   e   ricerca   per qualità   e   quantità   di   documenti   disponibili,   oltre   che   per   il   contributo   fornito   da   numerosi   suoi membri    allo    sviluppo    e    al    progresso    del    nostro    Paese    in    campo    scientifico,    filosofico    e culturale. In   tale   ambito,   il   territorio   del   cosiddetto   Basso   Piemonte    costituisce   una   provata   eccellenza. Soprattutto      in   quei   luoghi,   infatti,   sono   rimaste   tracce   notevoli   di   questa   presenza   che,   pur nella   consueta   discrezione   che   è   tipica   della   cultura   ebraica,   mantengono   un’attualità   che incuriosisce   e   che   vale   la   pena   di   indagare.   Non   soltanto   nel   senso   della   sempre   utile   ricerca storiografica    di    un    popolo    e    delle    sue    vicende,    ma    anche        nell’evidenziare    l’incisività complessiva   che   in   termini   sociologici   gli   appartenenti   a   quel   gruppo   hanno   saputo   (e   sanno ancora) fornire al Territorio in cui sono insediate. Urge   pertanto,   in   un   concetto,   analizzare   e   descrivere   in   ogni   sua   forma   la   ricaduta   culturale che   questa   permanenza   secolare   e   ancora   viva,   nonostante   tutto,   ha   riversato   tra   le   provincie di    Cuneo,    Asti    e    Alessandria,    comprendendo    e    individuando    metodologie    adeguate    per rendere   questo   patrimonio   esistente   sempre   più   noto   e,   soprattutto,   spendibile   ai   fini   di   una più     nuova     e     approfondita     conoscenza     dei     luoghi     e     della     storia     da     cui     (spesso inconsapevolmente) siamo circondati. Soggetti promotori Il   Cepros   –   Asti   Onlus    (Centro   per   la   promozione   delle   opportunità   di   socializzazione   “Ettore e    Teresa    De    Benedetti”),    l’ Israt    (Istituto    per    la    storia    della    Resistenza    e    della    società contemporanea   di   Asti),   il   Polo   Uni-Astiss    (Polo   Universitario   Consorzio   Asti-Studi   Superiori) e   Biblia    (Associazione   Laica   di   Cultura   Biblica),   in   collaborazione   con   la   casa   editrice   Sonda   e   le   Comunità   Ebraiche    di   Casale   Monferrato   e   Acqui   Terme   intendono   promuovere   un impegno culturale di ricerca e di studio che si concretizzerà nel tempo e in forme diverse. Caratteristiche Le   attività,   che   si   articoleranno   in   più   fasi   e   affronteranno,   di   volta   in   volta,   tematiche   differenti, intendono   promuovere   e   valorizzare   i   progetti   di   ricerca   in   ambiti   pluridisciplinari,   che   abbiano come   tema   privilegiato   la   storia   e   la   cultura   ebraica   nel   Basso      Piemonte,   così   importanti   e strettamente connesse con la storia dell’intero territorio regionale. Si    tratta,    quindi,    di    elaborare    una    sorta    di    “viaggio”    storico,    geografico    e    culturale    che attraverso   più   itinerari   dai   connotati   anche   turistici,   si   dipani   e   conduca   attraverso      le   presenze ebraiche piemontesi. Gli     ambiti     delle     ricerche,     pertanto,     non     soltanto     riguarderanno     quello     storico,     ma focalizzeranno   anche   temi   e   aspetti   inediti   inerenti   il   linguaggio,   l’arte,   la   vita   materiale,   la cultura religiosa e individueranno, appunto, itinerari inediti di turismo culturale. Gli scopi e gli obiettivi di tale impegno sono molteplici: - stimolare   la   ricerca,   individuare   e   valorizzare   fondi   documentari   e   archivi   sia   pubblici, sia privati; -    ricostruire   da   diversi   punti   di   vista   metodologici   e   multidisciplinari   la   storia   di   una individualità   collettiva   che   ha   segnato   i   nostri   territori,   la   loro   economia,   le   culture   e   le politiche locali; - recuperare   la   storia   e   quindi   la   memoria   dei   luoghi,   sia   quelli   ancora   oggi   individuabili per    la    loro    forte    connotazione    identitaria ,    sia    quelli    “abbandonati”    allo    sviluppo urbanistico   della   città   e   dei   piccoli   centri   piemontesi,   ricostruendo   le   vicende   e   gli sviluppi   che   li   hanno   caratterizzati,   allo   scopo   di   riaffermarne   la   corposa   e   materiale esistenza.

Comunità Ebraiche

WEBMASTER: Ganymedes

Diversamente Intelligenti

Sostieni il CEPROS

Vieni a Trovarci

Attualmente Online

Rivista online del Cepros Asti - Onlus.

Redazione: Palazzo Ottolenghi, C.Vittorio Alfieri, 350, 14100 , Asti.

Reg. Tribunale di Asti n. 1373/14 del 20 Ottobre 2014