Benchmark Email
Powered by Benchmark Email

Benvenuto

Diversamente Intelligenti

Sostieni il CEPROS

Vieni a Trovarci

Iscriviti alla Newsletter
WEBMASTER: Ganymedes
Attualmente Online
Vai alla pagina commenti Continua Continua
di Melita Rabbione
C’è chi chiude le frontiere, chi nega gli accessi indistinti, chi reintroduce i controlli, chi fa erigere muri o chilometri di cortine di filo spinato (tristemente evocative), chi “imprigiona” sugli scogli, alle stazioni d’imbarco, o nel tunnel sotto la Manica sciami di profughi. «Salvare Schengen - una delle pietre miliari dell’UE - è un dovere collettivo”», ammonisce il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker . Anche la cancelliera tedesca Angela Merkel ha rilevato che è in pericolo il sistema Schengen, più volte rimesso in discussione nel corso del 2015 da alcuni Stati membri e, per le sue scelte, le recenti elezioni hanno penalizzato il suo partito, rafforzando, di contro, la destra xenofoba.
L’Europa fa crack

Rivista online del Cepros Asti - Onlus.

Redazione: Palazzo Ottolenghi, C.Vittorio Alfieri, 350, 14100 , Asti.

Reg. Tribunale di Asti n. 1373/14 del 20 Ottobre 2014