Benvenuto

Diversamente Intelligenti

Sostieni il CEPROS

Vieni a Trovarci

WEBMASTER: Ganymedes
Attualmente Online
Vai alla pagina commenti Continua Continua
  • La Prioritaria curadella casa comune
  • palazzo mazzettiricordi futuri
  • DiversamenteSaggi
  • Ma non èFrancesco
  • Burocraziasostenibile
  • Lavoro e Povertàappunti per una diagnosi
  • Nuova SolidarietàIntegrazione...
  • Abusidi Memoria
  • AstiD'appello
  • bibliotecaora online
  • Diversamente Saggistorie
  • Asti piccola patria degli Ebrei
  • Attraversare il desertoil duro percorso dell'integrazione
  • BullismoAzione Formativa
  • I Lati Oscuriappunti per una diagnosi
  • I Lati Oscuridella Cultura Astigiana
  • Tante Speranzein un segno di matita
  • Burocrazia a portata......di mouse
  • L'Europafa crack
  • Lavoro e Povertàla Diagnosi prosegue (3)
  • Cyber Bullismoma la scuola dov'è ?
  • Lingua MadreTris per il cpia di Asti
  • Diritti Individuali:Il Canone Svizzero
  • Lavoro e Povertàcrisi economica e crisi del lavoro (4°)
  • Glossario MInimo delle Migrazioni
  • Quando l'amore passanon trasformare i propri figli in armi
  • Affari astigianiil credito la crisi e la storia
  • Un festival tira l'altro: ma è davvero ricchezza culturale?
  • Quando l'Amore passaI limiti dell'affido congiunto
  • Venezia i 5 secolidi un ghetto molto speciale
  • Lavoro e povertàil "problema" giovani
  • Quando il condominio diventa solidale
  • La buona scuoladove non si spreca
  • Fare interculturaecco perchè serve ad Asti
  • Diversamente saggiquanto è saggio chi li cura?
  • Lavoro e Povertàtrovare le risposte
  • Dalla Bielorussia per Alfierile ragioni ndi una passione
  • Buone NotizieAsti si prepara alla maturità
  • La Biblioteca è una piazzadove incontrarsi
  • Libri e mercanti in fiera il caso italiano
  • Alimentiamo la fiduciasconfiggeremo la paura
  • Pdbci ha lasciato
  • Buon tuttoa tutti
  • Il Salicedell'apprendimento
  • La Memoria serve a non dimenticare.Anche nei giorni succesivi.
  • Il repertorio tristedel nostro malvivere
  • Lavoro e povertài 5 punti fermi (7^ Parte)
  • Un 8 Marzosenza nulla da festeggiare
  • Di male in peggiodi bene in meglio
image slider by WOWSlider.com v8.7
Iscrizione alla Newsletter
Otto riflessioni sul femminicidio di Maria De Benedetti
Socializzo le riflessioni che seguono, senza la pretesa che vengano accettate. Primo Punto: il primo rapporto con una donna il maschio lo vive nell’utero della madre. Da neonato poi vive con lei un’intimità totale, fisica e affettiva, che in forme successivamente diversificate, perdura nel periodo della prima infanzia. L’imprinting del rapporto uomo-donna è così fondato. Di qui la mai superata necessità di avere madre. Secondo punto: negli anni della fanciullezza e dell’adolescenza la madre esercita su di lui (come anche sulle figlie), una indubbia funzione formativa, ma non priva di una tipica ambivalenza, tra aspettative/esigenza di successi /correzioni/indulgenze/ privilegi … Terzo punto: nell’adolescenza avanzata e nella giovinezza del maschio la madre tende a rivaleggiare - in forma esplicita, o inconscia - con le donne cui si accosta il figlio. Orgogliosa delle sue conquiste, timorosa dei confronti e del distacco. Quarto punto: nel loro processo evolutivo i figli vivono una difficile stagione, caratterizzata dal bisogno di autonomia; che impegna la prima giovinezza. La necessità del distacco è vissuto con la fatica del distacco. Non sempre è garantito un risultato positivo, anche per la resistenza inconsapevole della madre.

Rivista online del Cepros Asti - Onlus.

Redazione: Palazzo Ottolenghi, C.Vittorio Alfieri, 350, 14100 , Asti.

Reg. Tribunale di Asti n. 1373/14 del 20 Ottobre 2014