Benchmark Email
Powered by Benchmark Email

Benvenuto

Diversamente Intelligenti

Sostieni il CEPROS

Vieni a Trovarci

Iscriviti alla Newsletter
WEBMASTER: Ganymedes
Attualmente Online
Vai alla pagina commenti Continua Continua
Venezia, campo del quartiere ebraico. Vi si affacciano i fabbricati più alti di Venezia. Gli ebrei non potevano costruire ex novo e aumentavano in altezza le superfici abitabili, elevando palazzi fino a nove piani. Nel campo del Ghetto Nuovo si affaccia, a piano terra, il Banco Rosso: il più antico banco dei pegni ebraico, che mantiene ancora l’insegna originaria. Si ipotizza che l’espressione “andare in rosso” derivi dalle ricevute di color rosso rilasciate dal banco stesso. E’ appunto a Venezia che, nel 1516, nasce il primo quartiere ebraico del mondo. E la parola ghetto, vocabolo presente in tutti i dizionari come sinonimo di segregazione, ha cinquecento anni ed è veneziana. E’ del 29 marzo 1516 un decreto della Serenissima doge Leonardo Loredon in cui si dettano le regole dell’ apartheid. “Li Giudei” debbono tutti abitare nel ghetto.
Venezia: i cinque secoli di un ghetto molto speciale di Melita Rabbione

Rivista online del Cepros Asti - Onlus.

Redazione: Palazzo Ottolenghi, C.Vittorio Alfieri, 350, 14100 , Asti.

Reg. Tribunale di Asti n. 1373/14 del 20 Ottobre 2014