Benvenuto

Diversamente Intelligenti

Sostieni il CEPROS

Vieni a Trovarci

WEBMASTER: Ganymedes
Attualmente Online
Vai alla pagina commenti Continua Continua
  • La Prioritaria curadella casa comune
  • palazzo mazzettiricordi futuri
  • DiversamenteSaggi
  • Ma non èFrancesco
  • Burocraziasostenibile
  • Lavoro e Povertàappunti per una diagnosi
  • Nuova SolidarietàIntegrazione...
  • Abusidi Memoria
  • AstiD'appello
  • bibliotecaora online
  • Diversamente Saggistorie
  • Asti piccola patria degli Ebrei
  • Attraversare il desertoil duro percorso dell'integrazione
  • BullismoAzione Formativa
  • I Lati Oscuriappunti per una diagnosi
  • I Lati Oscuridella Cultura Astigiana
  • Tante Speranzein un segno di matita
  • Burocrazia a portata......di mouse
  • L'Europafa crack
  • Lavoro e Povertàla Diagnosi prosegue (3)
  • Cyber Bullismoma la scuola dov'è ?
  • Lingua MadreTris per il cpia di Asti
  • Diritti Individuali:Il Canone Svizzero
  • Lavoro e Povertàcrisi economica e crisi del lavoro (4°)
  • Glossario MInimo delle Migrazioni
  • Quando l'amore passanon trasformare i propri figli in armi
  • Affari astigianiil credito la crisi e la storia
  • Un festival tira l'altro: ma è davvero ricchezza cultirale?
  • Quando l'Amore passaI limiti dell'affido congiunto
  • Venezia i 5 secolidi un ghetto molto speciale
  • Lavoro e povertàil "problema" giovani
  • Quando il condominio diventa solidale
  • La buona scuoladove non si spreca
wowslider by WOWSlider.com v8.7
Iscrizione alla Newsletter
Fare Intercultura :  ecco perché serve ad Asti di Piera Medico *
Nato   negli   anni   '90   per   promuovere   la   conoscenza   delle   culture   cosiddette “altre”,   il   Centro   Intercultura   dallo   scorso   mese   di   maggio   ha   sede   presso   il Centro   Provinciale   Istruzione   Adulti    di   Asti   (piazza   Leonardo   da   Vinci, 22).    Il    suo    scopo    primario    è    di    svolgere    un    ruolo    da    protagonista nell'ambito    dell’educazione    interculturale,    intesa    come    prevenzione    al razzismo    e    all'anti-semitismo;    attivandosi    affinché,    tramite    l'impegno progettuale    della    scuola,    questo    tipo    di    educazione    sia    effettivamente applicata     nei     programmi     scolastici,     trattando     tematiche     miranti     a promuovere   la   capacità   di   convivenza,   nel   rispetto   delle   diverse   identità culturali e in una prospettiva di reciproco arricchimento
* Piera   Medico,   docente   presso   il   C.P.I.A.   di   Asti,   ha   una   specializzazione   in   Archivistica   e   Paleografia   e   un perfezionamento   in   Antropologia   Culturale.   Ha   condotto   studi   etnografici   e   storici   in   area   astigiana,   in   Israele   e Tunisia. 

Rivista online del Cepros Asti - Onlus.

Redazione: Palazzo Ottolenghi, C.Vittorio Alfieri, 350, 14100 , Asti.

Reg. Tribunale di Asti n. 1373/14 del 20 Ottobre 2014 Direttore Responsabile Maurizio Scordino