Iscrizione alla Newsletter
Perseguire concordemente il bene dell’Italia Quando penso, soprattutto di questi tempi, alla stesura della Costituzione Italiana cosÌ come ci viene riportata dagli storici nei bei programmi proposti da Rai Storia, sono entusiasta nel constatare il clima e gli intenti che guidarono i Padri Costituenti nella redazione della Carta. Al di della bellezza del testo, colpisce infatti la volontà di stabilire, fra persone molto diverse per ideologia, storia e appartenenza, le basi migliori su cui rifondare un Paese distrutto dalla guerra. Non la ricerca di un compromesso, ma l’onestà nel perseguire “concordemente” il bene dell’Italia. ‹Perseguire concordemente il bene dell’Italia›. Frase purtroppo ormai impronunciabile, perché quotidianamente smentita nei fatti. Forse che si debba sempre arrivare alla catastrofe per ritrovare coesione, fratellanza e dedizione nell’individuare il bene comune? Lettera firmata
IO LA PENSO COSI' I nostri lettori ci scrivono

Benvenuto

Diversamente Intelligenti

Sostieni il CEPROS

Vieni a Trovarci

WEBMASTER: Ganymedes
Attualmente Online

RISO AMARO

di Gianfranco Monaca
redazione.identita@libero.it redazione.identita@libero.it
Inviate i vostri interventi direttamente a:
Archivio IO LA PENSO COSI’ Archivio IO LA PENSO COSI’
per visionare tutte le vignette spostarsi cliccando sui pulsanti > >> e < << per ingrandire la vignetta prescelta cliccare sulla vignetta stessa 19/06/2018
Vai alla pagina commenti Leggi in PDF Leggi in PDF

Rivista online del Cepros Asti - Onlus.

Redazione: Palazzo Ottolenghi, C.Vittorio Alfieri, 350, 14100 , Asti.

Reg. Tribunale di Asti n. 1373/14 del 20 Ottobre 2014