Iscrizione alla Newsletter
Lasciare il segno La   morte,   il   cui   nome   già   ci   suona   sinistro,   è   connotata   da   sempre   dall’idea   che sia   una   negazione   della   vita.   È   legata   al   sentimento   profondo   del   dolore   fisico   e morale,   dell’abbandono   e   del   distacco.   Ma   in   termini   puramente   biologici   e   fisici non   è   che   una   necessaria   trasformazione   della   materia,   la   quale,   concluso   un ciclo,   ne   comincia   un   altro.   Con   il   distacco   dal   mondo   non   accettiamo   che   la nostra   individualità   sia   dispersa:   ciò   che   abbiamo   creato,   amato,   sperato,   venga cancellato   dal   nostro   non   esistere   più   come   esseri   pensanti.   Per   gli   esseri   umani la   procreazione   non   è   solo   la   necessità   di   perpetuare   la   specie,   ma   anche   la consolazione   che   il   nostro   patrimonio   genetico,   intellettuale,   morale   e   materiale, e   soprattutto   il   ricordo,     ci   sopravivrà   nei   figli.   A   chi   non   ha   figli   non   resta   che vivere   una   vita   buona   che   lasci   un   segno    nella   contemporaneità   e   possibilmente un ricordo grato tra chi resta. M. N.
IO LA PENSO COSI'  I nostri lettori ci scrivono                     

Benvenuto

Diversamente Intelligenti

Sostieni il CEPROS

Vieni a Trovarci

WEBMASTER: Ganymedes
Attualmente Online

                              RISO AMARO

    di Gianfranco Monaca                              
redazione.identita@libero.it redazione.identita@libero.it
Inviate i vostri interventi direttamente a:
Archivio IO LA PENSO COSI’ Archivio IO LA PENSO COSI’
per visionare tutte le vignette spostarsi cliccando sui pulsanti >  >> e <  << per ingrandire la vignetta prescelta  cliccare sulla vignetta stessa                      09/04/2019                                             
Vai alla pagina commenti

Rivista online del Cepros Asti - Onlus.

Redazione: Palazzo Ottolenghi, C.Vittorio Alfieri, 350, 14100 , Asti.

Reg. Tribunale di Asti n. 1373/14 del 20 Ottobre 2014
Leggi in PDF Leggi in PDF