Iscrizione alla Newsletter
Finalmente una buona notizia Un   mio   amico,   dipendente   nel   settore   orafo   da   20   anni,   si   è   ritrovato   a   dover cercare   un   nuovo   impiego   per   la   chiusura   dell’azienda   in   cui   lavorava.   Per fortuna   ha   trovato   subito   una   nuova   occupazione   in   una   ditta   storica   di   Valenza: la   cosiddetta   “Città   dell’oro”.   Ha   avuto   qualche   iniziale   difficoltà   per   l’alto   livello   di qualità    che    gli    veniva    richiesto,    ma    si    è    presto    adeguato    grazie    alla    sua esperienza.   Da   i   suoi   racconti,   però,   la   cosa   che   più   mi   ha   colpito   è   come   in   un settore    fatto    di    piccole    aziende    a    conduzione    familiare,    la    “sua”    ditta    sia all’avanguardia   nell’uso   di   strumenti   tecnologici,   nell’organizzazione   del   lavoro   e nella   tutela   dei   lavoratori:   i   dipendenti,   per   esempio,   possono   usufruire   dell’asilo nido.   Ma,   ciò   che   trovo   grandemente   incoraggiante,   è   che   quel   mio   conoscente ha   ricevuto   la   collaborazione   e   il   sostegno   di   colleghi   e   dirigenti,   finché   non   ha dimostrato   di   essere   all’altezza   del   livello   richiesto.   Quindi   se   ne   deduce   che   la richiesta   di   eccellenza   esiste   ancora   e   ci   sono   aziende   capaci   di   soddisfarla   e   di far   crescere   professionalmente   i   propri   dipendenti.   Quello   della   gioielleria   è   un settore   voluttuario   e,   a   questi   livelli,   si   rivolge   ad   un   mercato   ristretto   ed   elitario, ma   il   principio   di   ricercare   l’eccellenza   dovrebbe   essere   esteso   ad   ogni   campo delle attività quotidiane. M.N.
IO LA PENSO COSI'  I nostri lettori ci scrivono                     

Benvenuto

Diversamente Intelligenti

Sostieni il CEPROS

Vieni a Trovarci

WEBMASTER: Ganymedes
Attualmente Online

                              RISO AMARO

    di Gianfranco Monaca                              
redazione.identita@libero.it redazione.identita@libero.it
Inviate i vostri interventi direttamente a:
Archivio IO LA PENSO COSI’ Archivio IO LA PENSO COSI’
per visionare tutte le vignette spostarsi cliccando sui pulsanti >  >> e <  << per ingrandire la vignetta prescelta  cliccare sulla vignetta stessa                       15/05/2018                                             
Vai alla pagina commenti Leggi in PDF Leggi in PDF

Rivista online del Cepros Asti - Onlus.

Redazione: Palazzo Ottolenghi, C.Vittorio Alfieri, 350, 14100 , Asti.

Reg. Tribunale di Asti n. 1373/14 del 20 Ottobre 2014