Benvenuto

Diversamente Intelligenti

Sostieni il CEPROS

Vieni a Trovarci

WEBMASTER: Ganymedes
Attualmente Online
Vai alla pagina commenti Continua Continua
  • La Prioritaria curadella casa comune
  • palazzo mazzettiricordi futuri
  • DiversamenteSaggi
  • Ma non èFrancesco
  • Burocraziasostenibile
  • Lavoro e Povertàappunti per una diagnosi
  • Nuova SolidarietàIntegrazione...
  • Abusidi Memoria
  • AstiD'appello
  • bibliotecaora online
  • Diversamente Saggistorie
  • Asti piccola patria degli Ebrei
  • Attraversare il desertoil duro percorso dell'integrazione
  • BullismoAzione Formativa
  • I Lati Oscuriappunti per una diagnosi
  • I Lati Oscuridella Cultura Astigiana
  • Tante Speranzein un segno di matita
  • Burocrazia a portata......di mouse
  • L'Europafa crack
  • Lavoro e Povertàla Diagnosi prosegue (3)
  • Cyber Bullismoma la scuola dov'è ?
  • Lingua MadreTris per il cpia di Asti
  • Diritti Individuali:Il Canone Svizzero
  • Lavoro e Povertàcrisi economica e crisi del lavoro (4°)
  • Glossario MInimo delle Migrazioni
  • Quando l'amore passanon trasformare i propri figli in armi
  • Affari astigianiil credito la crisi e la storia
  • Un festival tira l'altro: ma è davvero ricchezza culturale?
  • Quando l'Amore passaI limiti dell'affido congiunto
  • Venezia i 5 secolidi un ghetto molto speciale
  • Lavoro e povertàil "problema" giovani
  • Quando il condominio diventa solidale
  • La buona scuoladove non si spreca
  • Fare interculturaecco perchè serve ad Asti
  • Diversamente saggiquanto è saggio chi li cura?
  • Lavoro e Povertàtrovare le risposte
  • Dalla Bielorussia per Alfierile ragioni ndi una passione
  • Buone NotizieAsti si prepara alla maturità
  • La Biblioteca è una piazzadove incontrarsi
  • Libri e mercanti in fiera il caso italiano
  • Alimentiamo la fiduciasconfiggeremo la paura
  • Pdbci ha lasciato
  • Buon tuttoa tutti
  • Il Salicedell'apprendimento
  • La Memoria serve a non dimenticare.Anche nei giorni succesivi.
  • Il repertorio tristedel nostro malvivere
  • Lavoro e povertài 5 punti fermi (7^ Parte)
wow slider by WOWSlider.com v8.7
Iscrizione alla Newsletter
A   proposito   della   situazione   allarmante      riguardo   la   violenza   sulle   donne,   denunciata di   recente   anche   dalla   Polizia   di   Stato   di   Asti:   «Nel   2016   denunciati   quattro   casi. Sette   le   donne   che   nel   2015   avevano   denunciato   atti   di   stalking»,   viene   da   chiedersi quante    siano    invece    le    violenze    che    non    compaiono    nelle    statistiche,    perché    le vittime    hanno    paura    di    raccontarsi.        Infatti,    non    a    caso,    è    in    corso    anche    una intelligente   campagna   nazionale   di   informazione   contro   queste   che   sono   vere   e proprie   patologie   di   amore   “malato”,   dal   titolo   emblematico:   “…   Questo   non   è   amore”. Passato    San    Valentino,    stiamo    transitando    come    da    calendario    all’8    marzo:    la giornata   della   donna,   che   dovrebbe   servire   a   tutti   per   una   riflessione   sul   rapporto   di genere    come    dovrebbe    essere.    E    non    come,    invece,    spesso    purtroppo    è:    la trasformazione   da   sentimento   positivo   a   spirale   di   violenza,   che   esita   nella   morte. Proprio   nei   primi   giorni   di   marzo,   infatti,   l’Alta   Corte   di   Strasburgo   ha   condannato l’Italia   per   non   aver   fornito   protezione   a   una   madre   e   a   suo   figlio,   che   è   stato   ucciso nel   tentativo   di   proteggere   la   donna   dalla   violenza   del   compagno,   dopo   che   questi era   stato   ripetutamente   e   inutilmente   denunciato   alle   Autorità   di   Udine   tra   il   2012   e   il 2013.
Un 8 marzo senza nulla da festeggiare di  Melita Rabbione

Rivista online del Cepros Asti - Onlus.

Redazione: Palazzo Ottolenghi, C.Vittorio Alfieri, 350, 14100 , Asti.

Reg. Tribunale di Asti n. 1373/14 del 20 Ottobre 2014 Direttore Responsabile Maurizio Scordino